La riforma del terzo settore

02 gennaio 2016

Vogliamo una riforma non per preservare ma per andare oltre

Nell’iter della riforma del Terzo Settore (in cui volenti o nolenti siamo inseriti anche noi volontari) siamo appesi agli emendamenti. Ma che non derivano da paradigmi grotteschi come nella riforma del Senato, bensì da revisioni e approfondimenti promossi non solo dalle parti in causa ma dallo stesso relatore al Senato, quasi tutti miranti a migliorare le cose, a chiarire i termini della questione, compresa – speriamo – anche la nostra identità, su cui ci stiamo battendo.